Benvenuti! In un blog indipendente dedicato alla pratica ed al tuning delle mountain bikes e delle bici in generale. Powered by Oiro.

sabato 2 dicembre 2017

copertone Chaoyang Merlin [My reports]


Chaoyang per chi ancora non lo conoscesse è il più grosso produttore di pneumatici cinese ed è uno tra i  primi dieci produttori del mondo. Nel campo del ciclismo non è certo uno dei marchi storici, ma il prodotto oggi testato dimostra l’elevato livello qualitativo del marchio in questione.


Il modello in prova è il Merlin in versione 26 x 1.95.
L’ho trovato quasi per caso su un sito di vendita online, ma ha attirato subito la mia attenzione per via del bassissimo peso dichiarato: 299gr! Peso dichiarato dal produttore che si discosta ben poco dal peso reale da me verificato su due copertoni: 307 gr. e 317 gr. Un po’ di tolleranza ci sta!
Gli amanti della guida “sporca” sicuramente è meglio che smettano subito di leggere questa recensione, ma per tutti gli altri consiglio di provare questi pneumatici.
Il modello Merlin a mio avviso risulta molto simile al modello Maxxlite della Maxxis, sia nelle misure (entrambe 26 x 1.95), sia nel peso (attorno ai 300 gr.), sia nel disegno del battistrada.

In questi ultimi anni la tendenza è quella di utilizzare misure consistenti anche nel cross country (l’ambito che io prediligo), per cui la misura dei 2”25 è quasi lo standard, soppiantando la misura più classica (e che peraltro io prediligo) dei 2”.00 - 2”10.
Ma non siamo tutti uguali … per fortuna … E infatti ci sono ancora gli estimatori e gli utilizzatori di misure più “ridotte”.
Ma allora con un simile copertone quali utilizzi posso fare?
Qualcuno potrà affermare si possano usare solo per “bici da esposizione” o per “bici da peso”, ma personalmente non sono d’accordo.
Questi tipi di gomma, a mio modesto avviso, possono essere interessanti per competizioni di salita oppure per gare XC molto veloci e scorrevoli.
Ma anche per un utilizzo che io definisco “da meditazione” … e mi riferisco a tutti quei percorsi fatti in solitaria, dove il ciclista si immerge nello sforzo fisico, meditando sul piacere/fatica di una lunga e terribile salita, che darà come premio alla fine una grande e personale soddisfazione per quanto fatto. Tutto ciò “agevolato” dal bassissimo peso di questo genere di pneumatici: con buona pace di chi dice che il peso non conta nulla ... Chi ha già provato gomme ultralight, capisce di cosa parlo ...






Alla prova pratica devo dire, dopo anni di utilizzo delle similari Maxxis Maxxlite, ho trovato queste Chaoyang Merlin molto interessanti.
Ho notato solo una leggera difficoltà al primo montaggio con la tallonatura, ma nulla di insormontabile.
Questi copertoni scorrono estremamente bene; sembrano delle semi-slick.
In salita il bassissimo peso unito al disegno piuttosto scorrevole regalano ottime sensazioni. Gli scatti sono brucianti. Solo nelle salite con poca aderenza o molto sconnesse si fatica a causa della intrinseca sezione ridotta; ma negli altri casi su terreno scorrevole, compatto o intermedio, lo sforzo fisico è notevolmente ridotto con tutto vantaggio dei tempi.
La tenuta in curva non è certo da primato, ma non è neppure lo scopo finale di queste gomme; tuttavia i tasselli relativamente pronunciati garantiscono un buon grip, se il terreno è compatto.
In discesa ovviamente le misure ridotte non aiutano, anche se stiamo pur sempre trattando un copertone da mountain bike e non certo da city-bike. Occorre più che altro una guida “da ragioniere” e non certo una guida “sporca” o troppo impetuosa. Comunque l’impressione è quella di un copertone “onesto”, nel senso che ti fa capire abbondantemente in anticipo, quando perderà l’aderenza. Ovviamente anche la pressione non potrà essere troppo bassa (sicuramente mai sotto le 2.00 atm!) per evitare pizzicature o botte al cerchio.
Complessivamente la trovo una gomma molto interessante e da provare e anche da avere in garage per certi percorsi, in particolare, come detto sopra, per i “percorsi da meditazione”.




Caratteristiche tecniche:
Utilizzo
XC agonistico, gare uphill, percorsi “da meditazione”, bici da peso, bici da esposizione
Misura
26 x 1.95
Misure reali copertone (verificata)
45-44 mm di larghezza x 43-42 mm di altezza (su cerchio largo 23 mm e con pressione pneumatico a 2.2 atm)
Circonferenza copertone (verificata)
2.012 mm (con pressione pneumatico a 2.2 atm)
Peso reale
307-317 gr. (peso dichiarato 299 gr.)
Carcassa
120 TPI
Protezione
Dino Skin
Tipologia cerchietto
ripiegabile


9 commenti:

  1. Ciao Oiro. Devo dirti che io posseggo da circa un 'anno e mezzo circa un pneumatico di questa casa del sol levante ma nella misura 26 x 2.25 e precisamente il modello double hammer. Questo l'ho montato all' anteriore e devo dire che la mescola non e' niente male. Il modello Merlin l'avevo preso in considerazione ma nei terreni misti che pratico ques'ultimo in certe situazioni non era adatto. Comunque in fin dei conti buona recensione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao.
      Esatto, si tratta di un copertone per un uso circoscritto, non è certo una classica gomma per un uso a 360°.
      Grazie a te e buone pedalate.

      Elimina
  2. Bella recensione, ben chiara e scritta. Sto aspettando che mi arrivi il mio e poi metterò un mio parere dopo le prove. Non sono uno che va per campi.. faccio città soprattutto e un po' di fuoristrada leggero. Però all' anteriore ho montato un IRC mythos xc sempre 1.95 perché lo trovo fantastico sullo sterrato e sul ghiaino. Anche se a dire il vero mi piacerebbe alleggerire anche l anteriore ulteriormente preferisco avere una gomma con un ottimo grip. Vi aggiornerò. A presto , saluti!

    RispondiElimina
  3. Ciao Yuri,
    grazie mille per il tuo gradimento.
    In effetti la tua è un ottimo abbinamento, anche perché la Mythos vado a memoria è abbastanza leggera. La tenuta all'anteriore è ben importante.
    Buone pedalate.

    RispondiElimina
  4. Ciao a tutti, il Merlin 26 x 1.95 l ho montato e lo sto testando.
    Mi aspettavo dei tasselli più pronunciati...comunque non si comporta male! In arrampicata sull erba con una notevole pendenza soffre un po'..tende a scivolare se sottoposto a forti pedalate. Comunque su ghiaino e terriccio si comporta assai bene!
    Nel complesso è un buon copertone. Vedremo la durata perché i con quei tasselli così bassi....
    Un saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la tua prova Yuri. In effetti i tasselli non sono molto alti, ma d'altronde il peso è bassissimo per cui il materiale è quello che è.
      Erba e umido non sono certo i terreni migliori.
      Sulla durata per ora io ci io fatto poca strada 5-600 km circa, ma i tasselli per ora si sono abbastanza conservati.

      Elimina
    2. Si vero... Con un peso così basso in effetti i tasselli non potevano easere più pronunciati. Comunque altro punto a suo favore è l inserto in kevlar che aiuta a non bucare! Complimenti che sono riusciti ad inserirlo mantenendo un peso piuma!

      Elimina
  5. Ah!...per informazione il mythos xc II 26 x 1.95 è si abbastanza leggero: 550 gr.da me pesato. È un copertone che personalmente trovo fantastico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la precisazione 😉

      Elimina