Benvenuti! In un blog indipendente dedicato alla pratica ed al tuning delle mountain bikes e delle bici in generale. Powered by Oiro.

sabato 13 gennaio 2018

Forcella Marzocchi Bomber Z2 Bam [classic]




In questi anni ho avuto l’occasione di smontare svariate forcelle di marchi vari (Rock Shox, Manitou, Pace, Fox …), ma forcelle Marzocchi non me ne sono mai capitate per le mani.


Le Marzocchi da sempre nel mondo degli appassionati di mtb sono note per l’ottimo funzionamento e per l’ottima idraulica, a scapito magari del peso.
Recentemente tramite Juanito, appassionato pure lui di bici, sono venuto in possesso di una bella forcella Marzocchi, modello “Bomber Z2 BAM”.
La mia passione quindi mi ha subito spinto ad aprirla, per manutenerla, ma anche per vedere dal vivo il suo funzionamento.
Si tratta di una forcella del 1997: ha perciò ha 20 anni di vita! Devo dire che, a parte una normale usura per un simile componente, nel complesso la forcella è in ottime condizioni. Ma a ciò ha contribuito di sicuro anche lo schema costruttivo: si tratta infatti di una forcella con funzionamento a molla meccanica e con cartuccia aperta in bagno d’olio.
La molla è risaputo ha un’affidabilità quasi eterna e non presenta i classici problemi delle forcelle ad aria (= tenute degli o-ring, ecc), né i problemi delle coetanee forcelle ad elastomeri (= elastomeri che col tempo si sbriciolavano, d’inverno si indurivano …).
Il bagno d’olio invece garantisce, oltre alla frenatura idraulica in compressione e in ritorno, una costante lubrificazione delle boccole, preservandone la durata in modo esponenziale.
Le regolazioni disponibili sono:
- la precarica della molla per ognuno dei due lati;
- la regolazione del ritorno.


Strutturalmente la forcella si presenta molto massiccia, ma con un’evidente vocazione al cross country.


Molto bello l'archetto forgiato in alluminio e successivamente lavorato cnc.

Certamente alcune scelte progettuali la riportano chiaramente negli anni 90, come per esempio la testa con gli steli fissati con 2 viti in acciaio per lato e persino il canotto dello stesso fissato pure lui con 2 viti e pure l’archetto fissato con 4 viti in acciaio ai foderi. Tutte soluzioni che peraltro comportavano un leggero aggravio di peso, ma che regalavano numerosi benefici in caso di manutenzione. 

E pure i 65 mm di escursione della forcella la collocano decisamente a metà anni ‘90.

Ma altre soluzioni tuttavia rendono questa forcella molto moderna e quasi precorritrice. Per esempio i foderi presentano una soluzione introdotta nel 2008 (più di 10 anni dopo!) sulle forcelle Rock Shox SID e mi riferisco ai “foderi cavi” nella parte bassa. In sostanza gli steli non entrano nei foderi percorrendo tutta la lunghezza di questi ultimi, ma si fermano prima (e infatti gli steli risultano più corti del normale); quindi l’ancoraggio tra steli e foderi è situato ben 10 cm all’interno dei foderi (vedi foto), invece che sul fondo dei foderi. Questa soluzione comporta evidenti vantaggi riguardo al peso. 





Altra soluzione “moderna” per eliminare i problemi di affidabilità è data dalle boccole interne maggiorate lunghe ben 7 cm. 
E ancora la soluzione dei "foderi allargati" e cioè i foderi posti a distanza maggiore (rispetto ad altre forcelle della concorrenza) era una soluzione poco diffusa all'epoca. Il vantaggio era di avere più luce nell'archetto e scaricare meglio il fango) ed evitare problemi di sfregamento coi freni a disco.
Per finire alcune considerazioni sul peso. Così com'è, senza i perni V-brake, pesa 1.780 gr. I perni dedicati pesano 24 gr. per la coppia. Quindi la forcella in totale pesa 1.804 gr. Non certo un peso da primato in leggerezza, ma va considerato che è una forcella a molla/olio e che comunque volendo un po’ di peso si può limare sostituendo le 6 viti della testa e le 4 viti dell’archetto in acciaio con altre in titanio; inoltre volendo esagerare anche il tubo sterzo (ora in acciaio) si potrebbe sostituire con uno in ergal. Risparmio di peso sicuro di 100-150 gr.

Purtroppo non l’ho ancora provata e perciò sul suo funzionamento in movimento, ne riparleremo più avanti.


Ricapitolando:



Forcella Marzocchi Bomber Z2 Bam
funzionamento
molla e olio con cartuccia idraulica aperta
regolazioni
precarico molle (sui 2 lati) + regolazione del ritorno
escursione
65 mm
materiale
foderi in magnesio, steli in ergal (diametro 30mm), testa forgiata in alluminio, canotto in acciaio (1” 1/8), perni V-brake in acciaio
predisposizione freni
V-brake e disco (I.S.)
peso
1.780 gr. senza perni V-brake rilevato (1.804 con perni V-brake)

3 commenti:

  1. Gran bella forcella per l'epoca .Sono curioso di sapere il suo funzionamento. La recensione è molto buon descritta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alessio.
      Appena l'avrò provata, aggiungerò un commento.
      Buone pedalate ☺

      Elimina
  2. Vi segnalo che i perni per il montaggio dei freni V-brake, che nel caso di questa Marzocchi hanno un disegno particolare, li ho trovati su questo sito:
    https://shop.brake-stuff.de/en/canti-studs/

    Ve lo consiglio.
    Ce ne sono anche per altri marchi!

    RispondiElimina